Vie d’acqua e dintorni

La peculiarità geografica del Comune di Moglia consiste nel trovarsi in un lembo di pianura padana , solcata da una fitta rete di canali, dugali, fossi che sono il risultato e la testimonianza, ancora attiva, della plurisecolare lotta condotta dall’uomo per il governo delle acque. Moglia e’ la versione moderna della forma medioevale molea, che pari derivi dal tardo latino molleus, ossia melmoso. La zona era anticamente sommersa dalle acque, le prime opere di bonifica si devono probabilmente agli etruschi, riprese poi dai romani dopo un periodo buio dovuto alla invasione dei Galli Boi. Allo splendore dell’epoca romana seguì un lungo periodo di decadenza, dovuto alle invasioni barbariche, alle epidemie e alle intemperie. Soltanto verso l’anno mille si ebbe una ripresa dei lavori di bonifica per opera dei frati benedettini dell’antica Abbazia di San Benedetto Po; di notevole valore idraulico furono la deviazione del Po che prima lambiva il paese stesso e le vaste opere di prosciugamento di zone allagate dal fiume. La piu’ importante bonifica idraulica effettuata nel territorio dal XV al XIX secolo è la “Bentivoglio” che prende il nome dall’omonimo luogotenente del Duca d’Este.

Nei primi decenni del 900 imponenti lavori di bonifica consentirono lo straordinario sviluppo di un comparto agro-alimentare fra i più qualificati d’Europa. A completare i quadro attuale fu la costruzione di impianti, che all’epoca risultarono i più grandi d’Europa, progettati dall’ing. Natale Prampolini: la botte sifone “san prospero” ultimata nel 1922, l’impianto idrovoro “Le Mondine” inaugurato nel 1926, la chiavica del “Busatello”, il ponte chiavica via canova.

Quasi tutti questi manufatti restaurati, tuttora funzionanti e visitabili fanno parte dell’Ecomuseo delle Bonifiche del Comune di Moglia; un vero e proprio museo a cielo aperto, luogo vivo e cangiante da visitare e percorrere sulle sue ciclabili, ricco di un notevole patrimonio ambientale

Il Comune di Moglia con i suoi 40 km di ciclabili e’ inserito nel percorso ciclopedonale “Eurovelo“, una rete di collegamento nazionale e continentale di interesse storico-naturalistico. Alcuni dei manufatti idraulici posti sul suo territorio sono tappe attrezzate del progetto del Consorzio dell’Emilia centrale “percorrere i paesaggi della bonifica” luoghi suggestivi ricchi di storia e di atmosfera.

L’evento Piacere Moglia contempla nel suo calendario numerose attività volte a promuovere tutto il territorio e a valorizzare questa sua peculiarità di essere nel contempo terra e acqua sul canale Parmigiana-Moglia, che nel suo corso lambisce il centro abitato, nella serata di sabato, si svolgerà una suggestiva ed eccezionale manifestazione sull’acqua: la discesa in canoa con le fiaccole accompagnata da cavalieri con partenza dal Chiavicone e arrivo in paese; il tutto si concluderà con cena e concerto presso l’antico ponte della Botte San Prospero.

Piacere Moglia 26/27/28 maggio 2017!

Le quinta edizione!